TGSC – Sintesi del progetto




I corsi di seconda lingua (L2) si focalizzano principalmente sulla grammatica, ma la maggior parte dell’insegnamento della stessa consiste nella spiegazione delle regole grammaticali e la loro applicazione in esercizi semplici, spesso
meccanici (Jean & Simard, 2011; Tomlinson & Masuhara, 2013 ; Wong e VanPatten, 2003). Questa forma di insegnamento, perciò, consente agli studenti di sviluppare una conoscenza delle regole grammaticali che gli permette di
completare semplici esercizi e test scritti (DeKeyer, 1998). Tuttavia, la conoscenza acquisita con tali metodi di insegnamento è generalmente insufficiente per comunicare fluentemente e spontaneamente al di fuori della classe, scopo
principale dell’insegnamento e vero obiettivo della maggior parte degli studenti (ad esempio, DeKeyser, 2007; R. Ellis, 2001). Pertanto, sebbene gli studenti possano raggiungere una comprensione completa delle regole grammaticali,
la loro capacità di usarle nella comunicazione in tempo reale rimane spesso molto limitata. Tale capacità sarà indicata come “conoscenza grammaticale per la comunicazione spontanea” in tutto il documento e definita come conoscenza
grammaticale a cui è possibile accedere con velocità e facilità cognitiva allo scopo di partecipare fluentemente alla comunicazione in tempo reale.

Molti ricercatori riconoscono l’importanza di sviluppare la conoscenza grammaticale per la comunicazione spontanea (R. Ellis, 2014; Hulstijn, 2007; Loewen & Sato, 2018) e forniscono una guida pedagogica relativa ad essa (Batstone
& Ellis, 2009; DeKeyser, 1998, 2017; Lyster & Sato, 2013; Nassaji, 2017). Essi concordano pienamente sul fatto che gli insegnanti di L2 possano promuovere lo sviluppo della conoscenza grammaticale per la comunicazione spontanea
attraverso attività pratiche che coinvolgano gli studenti nell’uso di strutture grammaticali target durante un’interazione significativa e comunicativa (ad esempio, DeKeyser, 2017; R. Ellis, 2014; Lightbown, 2008), ovvero un’attività
di pratica comunicativa mirata. Lo scopo di questo progetto è quello di familiarizzare gli insegnanti di seconda lingua con attività di pratiche comunicative mirate.

 


Gruppi target

1. Direttori di studi presso scuole di lingue (GT diretto)

2. Insegnanti di L2 (GT diretto)

3. Studenti adulti di L2 a livello QCER A2 e superiore


RISULTATI – OUTPUTS





mANUALE

manuale contenente una panoramica a misura di insegnante sulla ricerca relativa allo sviluppo delle conoscenze grammaticali per la comunicazione spontanea e una raccolta di metodi ed attività campione da utilizzare in classe ai fini
dello sviluppo di questo tipo di conoscenza (da pubblicare online).

Scarica qui



Curriculum

Un curriculum e vari contenuti di accompagnamento per un breve programma di sviluppo professionale continuo che mira a consentire alle scuole di lingue di formare i propri insegnanti nello sviluppo delle conoscenze grammaticali per la
comunicazione spontanea (accessibile online).




Participanti

Otto fornitori di istruzione L2 a studenti L2 (ad esempio, scuole di lingue o università) parteciperanno al progetto. I partecipanti diretti saranno i direttori degli studi (n = 8) e gli insegnanti L2 (n = 36) di queste organizzazioni
più i loro studenti.


ATTIVITÀ

1. Ricerca sui modi in cui l’insegnamento può facilitare lo sviluppo della conoscenza grammaticale per la comunicazione spontanea

2. Sviluppo dell’output 1

3. Sviluppo dell’output 2

4. Pilotaggio

5. Valutazione

6. Miglioramento 

7. Disseminazione


IMPATTO PREVISTO

1. Maggiore consapevolezza di quali siano le conoscenze grammaticali per la comunicazione spontanea tra gli insegnanti di L2.

2. Maggiore conoscenza teorica e pratica di come promuovere in classe le conoscenze grammaticali per la comunicazione spontanea.

3. Maggiore accesso ai materiali didattici pertinenti.

4. Migliori capacità di comunicazione degli studenti L2.